Logo stampa
 
Il quotidiano online della provincia di Ravenna
 
 
 
 
Sei in: Homepage » Il Settimanale » Mestieri come arte » Zoo pronto per il 2011, ma il Tar potrebbe bloccarlo
Il Settimanale
15/10/2010 - Mestieri come arte

Cronaca Ravenna

Zoo pronto per il 2011, ma il Tar potrebbe bloccarlo

Gli ambientalisti: "hanno iniziato i lavori prima della sentenza"
La dirigenza: "Siamo gli unici a Ravenna ad avere tutti i permessi"

LIDO DI SAVIO - I lavori del parco zoologico che sorgerÓ nei pressi di Mirabilandia sono iniziati a febbraio e stanno procedendo. Nonostante sia in atto una vertenza che vede il Tar dell'Emilia-Romagna valutare un ricorso presentato il 29 gennaio da dieci associazioni ambientaliste tra cui il Wwf. L'area Ŕ stata recintata, spianata e l'azienda ha iniziato a mettere gi¨ i paletti. Seppure una data precisa dell'inaugurazione sia ancora difficile da definire la societÓ ha giÓ diramato la notizia che sarÓ nel 2011. Si chiamerÓ "Safari le Dune del Delta" e nel logo giÓ depositato spicca una zebra. Tra le altre specie ospitate ci saranno cammelli, antilopi, struzzi, daini, lama, fenicotteri e anche bisonti e animali da prateria. Sul sito viene descritto con lo slogan animalista "Ma come Ŕ possibile comprendere e amare qualcosa che non si conosce, che non si tocca con mano?". Lo slogan non ha per˛ convinto le associazioni ambientaliste. Animal Liberation, Animal Freedom, Caln-Destino, Collettivo Bysantium, Cruelty Freem Lac, Lav, L'Occhio Verde, Ravenna Punto a Capo, Ravenna Viva e Wwf hanno infatti deciso che procederanno con il ricorso.

"Qui alla Standiana hanno iniziato i lavori prima che il Tar esprimesse se fosse possibile o no iniziarli. ľ tuona Samantha Comizzoli di Ravenna Punto a Capo -. La societÓ ha vinto l'appalto per un bando che si chiamava Ĺmare d'inverno' e prevedeva delle piscine e un parco sportivo, poi hanno detto che c'era una piccola variante e sono usciti con uno zoo".

Osvaldo Paci dirigente dell'azienda che ha vinto il bando minimizza: "Siamo stati sottoposti a tutte le procedure ambientali possibili. Siamo gli unici ad avere tutti i permessi possibili a Ravenna dove progetti con un impatto ambientale molto maggiore sono passati senza grossi problemi. In fondo il nostro zoosafari consiste solo in animali che pascolano sull'erba, non abbiamo un impatto come invece hanno le industrie chimiche ravennati. Abbiamo fatto tutto secondo le leggi". Sui lavori Paci aggiunge: "Abbiamo iniziato, ma vanno a rilento. Abbiamo solo messo un paio di recinzioni. Stiamo ancora aspettando i permessi per poterli ultimare". Ma se il TAR bocciasse il progetto sareste tenuti a rimette tutto come prima? "Dopo il Tar ci sono altri gradi, c'Ŕ anche il Consiglio di Stato. L'iter Ŕ lungo prima di fermare il progetto".