Logo stampa
 
Ravenna Cronaca
 
 
 
 
Sei in: Homepage » Ravenna » Cronaca » Dopo 15 anni su Marte finisce l'esplorazione di Opportunity
» Ravenna - 15/02/2019

Dopo 15 anni su Marte finisce l'esplorazione di Opportunity

Di Stefano Sante Cavina

La piccola Opportunity si è spenta durante l'ultima tempesta marziana dopo 15 anni di ininterrotta esplorazione. È questa la laconica comunicazione che la NASA ha rilasciato alla stampa. L'agenzia ha ringraziato tutti i tecnici e scienziati che hanno seguito il rover in tutti questi anni rimarcando le eccezionali scoperte fatte grazie a questa esploratrice, una delle più riuscite e durevoli imprese di esplorazione interplanetaria. 

Il rover Opportunity ha smesso di comunicare con la Terra quando una imponente tempesta di sabbia ha imperversato sulla sua posizione nel giugno 2018, ma dopo più di mille comandi per ripristinare i contatti, gli ingegneri della Space Flight Operations Facility del Jet Propulsion Laboratory della NASA (JPL) hanno interrotto i tentativi di far rivivere Opportunity con l'ultimo segnale inviato al rover martedì scorso senza successo.

"È grazie a missioni pionieristiche come Opportunity che un giorno coraggiosi astronauti cammineranno sulla superficie di Marte", ha affermato l'amministratore della NASA Jim Bridenstine. "E quando quel giorno arriverà, una parte di quella prima impronta sarà di proprietà degli uomini e delle donne che hanno lavorato con Opportunity, un piccolo rover che ha sfidato le probabilità lavorando per così tanto tempo nel nome dell'esplorazione."

Infatti, Opportunity, che era stato progettato per durare solo 90 giorni marziani e viaggiare a 1.000 metri, ha ampiamente oltrepassato tutte le aspettative in termini di resistenza, valore scientifico e longevità. Oltre a superare la sua aspettativa di vita di 60 volte, il rover ha percorso più di 45 chilometri fino a raggiungere Perseverance Valley, il sue punto finale su Marte. 

"Per oltre un decennio, Opportunity è stata un'icona nel campo dell'esplorazione planetaria, insegnandoci sull'antico passato di Marte come un pianeta umido, potenzialmente abitabile, e rivelando paesaggi mariani inesplorati", ha dichiarato Thomas Zurbuchen, amministratore associato di NASA's Science "Ma l'esplorazione continua sia sulla superficie di Marte con il rover Curiosity e il lander InSight - sia nelle clean room del JPL, dove l'imminente rover Mars 2020 sta prendendo forma ".

Opportunity era sbarcata nella regione Meridiani Planum di Marte il 24 gennaio 2004, sette mesi dopo il suo lancio da Cape Canaveral Air Force Station in Florida. La sua gemella Spirit, era atterrata venti giorni prima nel cratere Gusev, largo 166 chilometri, sull'altro lato di Marte. Spirit percorse quasi  otto chilometri prima che la sua missione si concludesse nel maggio 2011.

Dal giorno in cui i due Rivera erano arrivati su Marte i due team di ingegneri, piloti dei rover e scienziati hanno affrontato e superato innumerevoli sfide per portare i rover da un sito geologico a quello successivo senza incidenti, individuando strade percorribili su terreni accidentati, in modo che le due esploratrici pesano 174 chili potessero manovrare intorno, e a volte sopra, a rocce e massi, arrampicandosi su pendii con dislivelli fino a 32 gradi, cosparsi di ghiaia. 

Questi i maggiori risultati ottenuti da Opportunity: 

Record di percorso giornaliero su Marte di 220 metri, il 20 marzo 2005. 

Più di 217.000 immagini trasmesse tra cui 15 panoramiche a colori a 360 gradi.

Studio superficiale di 52 rocce per rivelare minerali. 

Preparazione di 72 bersagli per prepararli all'ispezione con spettrometri, imager microscopico e perforazione. 

Trovata abbondante presenza di ematite, un minerale che si forma nell'acqua. 

Scoperte sul cratere Endeavour prove della passata esistenza di acqua dolce, forse una serie di stagni oppure un grande lago poco profondo. 

Poiché l'acqua liquida è necessaria per la vita, così come la conosciamo, le scoperte di Opportunity hanno implicato che le condizioni di Meridiani Planum potessero essere abitabili per un certo periodo di tempo nella storia di Marte.

Ma l'esplorazione di Marte continua. In questo momento il lander InSight della NASA, che ha toccato il 26 novembre, sta appena iniziando le sue indagini scientifiche, mentre il rover Curiosity continua a esplorare il cratere Gale. Presto, nel 2020, un nuovo rover della NASA e uno dell'Agenzia spaziale europea scenderanno su Marte per una esplorazione rivoluzionaria, infatti, saranno le prime missioni progettate per cercare i segni della vita microbica del passato sul Pianeta rosso.