Logo stampa
 
Ravenna Cronaca
 
 
 
 
Sei in: Homepage » Ravenna » Cronaca » «Università, istituzioni, imprese: sinergie vincenti per lo sviluppo del porto e per aiutare i giovani a trovare lavoro»
» Ravenna - 30/10/2018

«Università, istituzioni, imprese: sinergie vincenti per lo sviluppo del porto e per aiutare i giovani a trovare lavoro»

L’indirizzo di corso di laurea in “Trasporti, logistica e sistemi portuali” e i Master di alta specializzazione: «Un’esperienza unica in Italia». Intervista alle docenti Greta Tellarini e Désirée Fondaroli

Nella foto, fra le varie personalità, A.Mancini, L. Gualtieri, D. Fontaroli, G. Mingozzi e G.Ottolenghi

Ravenna – con la prossima realizzazione del colossale Hub Portuale – svilupperà in modo radicale e storico il suo rapporto con il mare: un rapporto che inciderà profondamento sulla cultura del territorio. Uno degli elementi fondamentali di questa decisiva evoluzione è la sinergia Università-Istituzioni-Imprese con la costruzione di un polo di eccellenza riconosciuto a livello nazionale. Lo scopo di questa collaborazione è quello di aiutare i giovani ad acquisire le nuove professionalità ponendosi in ascolto delle esigenze mercato del lavoro. Ma un obiettivo ugualmente importante è quello di raffinare la specializzazione delle competenze dei manager, in un'epoca in cui la conoscenza delle norme è fondamentale e rappresenta un elemento imprescindibile per la formazione professionale dei dirigenti delle società.

Parallelamente alla stipula dell'importante convenzione fra l'Università di Bologna e l'Autorità di Sistema Portuale per incrementare comuni attività di formazione , firmata dal magnifico rettore Francesco Ubertini e dal presidente Daniele Rossi,  il Campus di Ravenna dell'Alma Mater, nell'anno accademico 2018-2019, ha creato il nuovo Indirizzo in "Trasporti, Logistica e Sistemi Portuali", nell'ambito del corso di laurea in Giurista d'impresa e delle amministrazioni pubbliche, attivo dal 2001.

«Questo nuovo indirizzo sta riscuotendo notevole successo», afferma la professoressa Greta Tellarini, docente di Diritto della Navigazione e dei Trasporti e responsabile dell'Unità Organizzativa di sede di Ravenna.  «Nel momento in cui abbiamo lavorato alla creazione di questo indirizzo di corso di laurea triennale, un importante segnale positivo è stato quello dato dall' l'Agenzia delle dogane che ha accreditato il corso al fine del conseguimento dello status di operatore economico autorizzato (AEO)». Al corso di laurea triennale fa seguito l'attivazione di un master di primo livello in "Diritto marittimo, portuale e della logistica", di cui la professoressa Tellarini è il direttore: un percorso di studi giuridici completo, che rappresenta un unicum nel panorama universitario italiano e che, in collaborazione con Fondazione Flaminia, ha avuto sin dall'inizio il sostegno del Comune e dell'Autorità di Sistema Portuale di Ravenna

« L'idea di attivare un percorso post-lauream in queste materie – continua la professoressa Tellarini - è nata dalla consapevolezza  che in Italia mancasse un'esperienza di specializzazione giuridica di questo genere, che abbracciasse  queste tematiche in senso ampio sulla scorta dei master attivati nelle università straniere. L'unicità di questa scelta è stata indubbiamente apprezzata, tanto che il nostro master ha avuto il patrocinio di Assoporti».

La professoressa Désirée Fondaroli, direttore del Master in Diritto penale dell'impresa e dell'economia, sottolinea che il corso post lauream dai lei coordinato ha avuto  4 edizioni «durante le quali gli iscritti si sono triplicati. Si è puntato sulla differenziazione rispetto agli altri già esistenti, valorizzando tre elementi: lezioni tenute da professionisti,  manager ed  esperti della materia (oltre che da professori, magistrati e avvocati), incontri  presso le aziende e stages.

A seguito dello stage nell'azienda, non necessariamente presso le stesse imprese, i nostri ragazzi hanno trovato occupazione alla Clarins Italia, al Gruppo Caviro, alla Bper (Ufficio legale della sede di Modena), alla Sapir, a Ravenna 33;  altri sono stati accolti da studi legali importanti di Bologna, due hanno avuto accesso al dottorato di ricerca. Abbiamo iscritti anche extraeuropei, dal Brasile e dal Perù, che trovano il nostro titolo italiano spendibile con successo. I moduli principali si focalizzano su ambiente, sicurezza nei luoghi di lavoro, rischi di riciclaggio e illeciti tributari: una lente, quella del rischio di sanzione, attraverso la quale osserviamo tutti gli ambiti dell'attività d'impresa, a prescindere dal settore di operatività.

La responsabilità da reato della società e degli enti, in seguito al decreto legislativo n.231/2001, è inoltre il nuovo filone di intervento e rappresenta un ambito di professionalizzazione molto importante e recente. I giuristi specializzati contribuiscono a creare i modelli organizzativi preventivi o sono chiamati a comporre gli organismi di vigilanza». Il master è organizzato in collaborazione con l'Autorità di Sistema Portuale, Confindustria Romagna, FederManager, l'Ordine degli Avvocati di Ravenna e la Fondazione Forense Ravennate.

Per gli interessati, è possibile iscriversi ad entrambi i master entro il 17 dicembre.

 

Simone Ortolani

 
A.Patuelli, G. Mingozzi e D.Fondaroli
 
D.Rossi, G.L. Galletti, D. Fondaroli e M. de Pascale
 
M.Cellarosi, G.Mingozzi, D.Fondaroli, M. de Pascale e G.Tellarini