Logo stampa
 
Ravenna Politica
 
 
 
 
Sei in: Homepage » Ravenna » Politica » "Acer esibisca gli elaborati sul recupero degli edifici di Filetto"
» Ravenna - 20/06/2014

"Acer esibisca gli elaborati sul recupero degli edifici di Filetto"

Il capogruppo in consiglio comunale della Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi, torna sulla questione dell'autocostruzione, chiedendo di vedere tutte le carte circa il progetto in essere di completamento degli edifici grezzi

Alvaro Ancisi

Alvaro Ancisi non demorde e scrive "alla presidente di Acer Ravenna" per richiedere la "documentazione sul completando progetto di utilizzo degli edifici grezzi autocostruiti a Filetto". Ecco il testo delle lettera:

I)
In data 18 giugno scorso, Le ho rivolto la seguente richiesta:
“A conoscenza, tramite dichiarazioni rilasciate da amministratori del Comune di Ravenna, che gli edifici grezzi del fallito progetto di autocostruzione sull’area comunale del Piano per l’Edilizia Economica e Popolare (PEEP) situata a Filetto saranno completati da Acer in breve tempo, si fa richiesta di ottenere:
1.    copia della relazione tecnica del progetto di completamento; e comunque, di conoscere:
2.    entità della spesa;
3.    modalità del finanziamento e da quale fondo attinto;
4.    tempi di esecuzione previsti”.

II)
Sono oggi venuto a conoscenza, in via informale, della seguente Sua risposta: “In merito alla richiesta di accesso agli atti inviata ad Acer in data 18 giugno, confermo quanto dichiarato dagli amministratori del Comune di Ravenna. È  in piedi da diversi mesi l'istruttoria per un progetto di recupero e completamento del grezzo degli edifici di Filetto. Acer e Comune si sono incontrati diverse volte, e stanno completando l'elaborazione di un progetto di housing sociale, che sarà presto discusso ed approvato dal Consiglio Comunale di Ravenna, prima del suo affidamento ad Acer. Al momento quindi Acer non dispone degli atti amministrativi di cui il consigliere Ancisi ha avanzato richiesta, alla quale non può dare corso”.

III)
Il Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali dispone, all’articolo 43: “Diritti dei consiglieri”, comma 2, che: “I consiglieri comunali e provinciali hanno diritto di ottenere dagli uffici, rispettivamente, del comune e della provincia, nonché dalle loro aziende ed enti dipendenti, tutte le notizie e le informazioni in loro possesso, utili all'espletamento del proprio mandato. Essi sono tenuti al segreto nei casi specificamente determinati dalla legge”. Per “notizie e informazioni in loro possesso” non vanno intesi soltanto gli atti formali, ma ogni scritto inerente le attività d’ufficio che sia nella disponibilità del soggetto destinatario della richiesta, anche in forma di corrispondenza, bozza, referto, parere, ecc. Ritenendo dunque, sulla base della Sua risposta, che “l’elaborazione del progetto” in questione, la cui istruttoria “è in piedi da diversi mesi” e in fase di completamento, debba comprendere innanzitutto una corrispondenza preliminare intervenuta tra i due enti (come s’impone ad amministrazioni pubbliche) e di seguito ad una serie di scritti ed elaborati, Le formulo la nuova richiesta di ricevere copia di ciò, con esclusione delle sole parti aventi contenuto tecnico  (planimetrie, disegni, perizie…).

Grazie. Cordialmente.