Logo stampa
 
Bassa Romagna Politica
 
 
 
 
Sei in: Homepage » Bassa Romagna » Politica » Lugo, firmato il gemellaggio con la città di Wexford
» Lugo - 28/10/2013

Lugo, firmato il gemellaggio con la città di Wexford

Siglato il patto di amicizia con la località irlandese. La delegazione romagnola ha potuto verificare le condizioni di sviluppo delle relazioni in ambito economico, culturale e sportivo con i nuovi “cugini”

La firma del gemellaggio tra Lugo e Wexford
La firma del gemellaggio tra Lugo e Wexford

Rientrerà questa notte la delegazione lughese che ha fatto visita alla città di Wexford, nella Repubblica d'Irlanda, per la firma del patto di gemellaggio tra le due città. La delegazione era composta dal sindaco di Lugo Raffaele Cortesi, dal direttore del teatro Rossini Mauro Emiliani e dal direttore Musei e aree espositive Daniele Serafini. La visita, durata dal 24 al 28 ottobre, si è tenuta in occasione del Wexford Opera Festival; la cerimonia di gemellaggio si è svolta venerdì 25 ottobre e ha seguito quella del 3 maggio 2013 tenutasi a Lugo. Durante la sua permanenza, la delegazione lughese ha potuto verificare le condizioni di sviluppo delle relazioni in ambito economico, culturale e sportivo con i nuovi "cugini" irlandesi. "La parte fondamentale di questo rapporto è rappresentata dalla vicinanza e dalle relazioni che abbiamo tenuto in questi anni nel nome e sotto il segno del teatro d'opera - ha dichiarato il sindaco Raffaele Cortesi  -. L'amore per il teatro costituisce un tratto comune delle nostre rispettive identità. E' un modo di essere, legato alla nostra storia e alle passioni che le nostre comunità hanno maturato nel tempo, facendolo diventare un fattore non solo di crescita culturale, ma anche di valore economico e di immagine della città. Il patto di gemellaggio che sigliamo definitivamente a Wexford deve aiutarci a perseguire con determinazione e senza tentennamenti questi principi, ampliando i rapporti affinché essi risultino non solo vincoli formali per le istituzioni, ma presuppongano azioni legate alla partecipazione di tutti i cittadini, alla relazione di gruppi culturali, sociali, sportivi, politici e religiosi che formano il tessuto vitale di ogni comunità. Qualche esperienza l'abbiamo già vissuta ed è stata molto positiva come quella della presenza di ciclisti irlandesi alla Gran fondo di Lugo nella scorsa primavera. A questo proposito il prossimo Giro d'Italia sarà un avvenimento per entrambi. La prima tappa partirà da Belfast, nella terza si arriverà a Dublino. E la nona tappa partirà da Lugo il 18 di maggio 2014, ricordando il centenario del primo e unico passaggio da Lugo di una tappa del Giro d'Italia avvenuto nel 1914".