Logo stampa
 
Ravenna Cultura e Spettacoli
 
 
 
 
Sei in: Homepage » Ravenna » Cultura e Spettacoli » Ode all'uomo in mare
» Ravenna - 22/05/2013

Ode all'uomo in mare

Uno spettacolo teatrale in occasione della Giornata mondiale del Marittimo

Presso la sede dell'Autorità Portuale, martedì 28 maggio alle ore 11.30 sarà presentato lo spettacolo teatrale organizzato dal Comitato Territoriale Welfare Gente di Mare e Stella Maris ,"ODE ALL'UOMO IN MARE".
Lo spettacolo andrà in scena al Teatro Rasi, martedì 4 giugno alle ore 20.30 per la regia di Alessio PIzzech.
"Si tratta di una creazione che vede sulla scena diversi linguaggi artistici che si fondono per raccontare la vicenda del popolo di coloro che, a titolo diverso, lavorano sulle navi che ogni giorno solcano i mari di tutto il pianeta.
Questa Ode sarà per loro, per quegli uomini, per celebrare i loro sforzi e per dare voce alle loro storie.
Lo faremo tutti assieme in un viaggio tra musica, parole ed immagini che troverà nella presenza del Coro Libere Note, il suo fulcro scenico.
Lo spettacolo sarà davvero una straordinaria occasione per conoscere storie di uomini sconosciuti, di uomini che nel segreto delle loro vite ci narrano del valore del lavoro, della fatica, della complessità delle scelte esistenziali di ognuno di noi.
Attraverso lo spettacolo avremo la possibilità di rintracciare, nella vicenda dei Marittimi, aspetti di un'umanità autentica, sincera, talora dolorosa, talora ispirata dalla bellezza del mare e delle stelle ma che comunque ci chiede solidarietà e condivisione.
Questa Ode sarà così un grande rito collettivo fatto tutti assieme artisti, bambini, musicisti per dare dignità e rimettere al centro di un pensiero artistico  l'uomo con tutte le sue contraddizioni.
Contribuiranno a questo percorso personalità artistiche di varia provenienza che certamente potranno arricchire lo stimolo iniziale che ci ha guidati : dare voce a chi voce spesso non ha.
Ho pensato che oltre ai bambini fosse importante avere in scena due figure femminili ; l'una incarna la Donna che attende, la donna che aspetta il suo uomo, la donna che è spettatrice della storia del Marittimo insomma colei che la vive di riflesso quella storia ma che la può cantare come testimonianza da condividere con quei bambini forse figli, certamente futuro,  universo umano, piccola società in ascolto ; poi la seconda figura femminile che è il Mare, entità che accoglie e abbraccia la vicenda individuale del marittimo e che è compagno di viaggio e di vita. Due donne per parlarci di uomini : questo mi pare importante e significativo per narrarci destini lontani dalla quotidianità di ognuno di noi.
Un ‘Ode che poeticamente, tra musica e parola detta, indaga il presente per restituire ad esso un valore simbolico che non sia come al solito esauribile nell'immediatezza della nostra esistenza ma che attraverso l'azione artistica si proietti nel futuro per comprendere e fare nostro ciò che  pare non riguardarci e che ,invece, riverbera la propria presenza nella vita collettiva.
L'Ode è quindi un modo per uscire dall'indifferenza e lo spettacolo diverrà il mezzo per far conoscere, per divulgare, attraverso la bellezza del teatro,  un racconto umano al quale non essere più indifferenti".
(Alessio Pizzech)

 

UN PONTE TRA IL POPOLO DEL MARE E LA CITTÀ
Ode all'uomo in mare
Parole, musica ed immagini per il popolo dei marittimi
Ravenna 4 Giugno 2013, ore 20.30 Teatro Rasi

Regia di Alessio Pizzech
testo di Francesco Niccolini
musiche di Luciano Titi eseguite dal vivo dall'Artha Ensemble
video di Giacomo Verde
costumi Yaron Munza
con le attrici Clara Galante ed Ilaria Di Luca
con il coro LIBERE NOTE (scuola F. Mordani) diretto da Elisabetta Agostini e Catia Gori - esito finale del laboratorio musico-teatrale sui marittimi

Produzione:
Comitato Territoriale Welfare Gente di Mare, Stella Maris Ravenna - Associazione Coro Libere Note

Prenotazione dei biglietti (fino ad esaurimento posti ) tramite la Segreteria organizzativa (ore ufficio)
Tel. 0544 421264 - Cell. 335 6461024
e-mail: segreteria@agentimarittimi.ra.it
Ingresso a offerta libera per raccogliere contributi per il Welfare Gente di Mare e Stella Maris

Saluti e introduzione: Carlo Cordone, Presidente del Comitato Territoriale Welfare Gente di Mare; Padre Pietro Gandolfi, Direttore della Stella Maris.